pixel
Condividi
x

Barcode: cambiamento epocale o evoluzione naturale?

31/05/2023

Un paio di mesi fa è uscito un comunicato nel sito americano di GS1 che ha destato la mia attenzione e quella dei miei colleghi.

Mi sono però sorpreso che una notizia del genere, per quanto molto settoriale al mondo retail, non abbia poi suscitato più di tanto scalpore.

Ma veniamo al dunque, raccontando innanzitutto chi è GS1 e chi impatto ha avuto nel mondo.

GS1: lo standard dei codici a barre

GS1 è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro che sviluppa e gestisce gli standard globali per l’identificazione e la comunicazione dei prodotti nei vari settori economici, tra cui il retail.

Proprio GS1 ha creato il primo barcode nel 1974 e, da allora, ha continuato a innovare e a offrire soluzioni per migliorare l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità delle catene di fornitura.

GS1 conta oltre un milione e mezzo di membri in 150 paesi e collabora con diverse organizzazioni e istituzioni per promuovere la digitalizzazione e l’interoperabilità dei sistemi informativi.

Stiamo dunque parlando di una tecnologia che risale a 50 anni fa e che tutt’ora è alla base della maggior parte dei processi di vendita e logistica in tutto il mondo.

Secondo GS1 è giunto il momento di fare un passo in avanti, e la proposta è la sua più naturale evoluzione. Passare dal barcode 1D a quello 2D.

Serve un aiuto a ricordare la differenza?

Barcode 1D e 2D: quali sono le differenze?

I barcode sono codici a barre che permettono di identificare in modo univoco i prodotti e le informazioni ad essi associate.

Esistono due tipi principali di barcode: quelli a una dimensione (1D) e quelli a due dimensioni (2D).

I barcode 1D sono composti da una serie di linee verticali di diversa larghezza che rappresentano una sequenza numerica.

I barcode 2D, invece, sono formati da una matrice di punti o quadrati che possono contenere più dati, come testo, immagini o link. Un esempio di barcode 2D è il QR code, molto diffuso negli ultimi anni.  I codici 2D offrono anche molti vantaggi ai consumatori. Scannerizzandone uno sulla confezione di un alimento con il telefono, ad esempio, si ottengono informazioni come gli ingredienti, le ricette in cui può essere utilizzato, i potenziali allergeni e il luogo di coltivazione.

Barcode 1D e 2D - Aton

GS1: progetto SUNRISE 2027

Ma ritorniamo alla notizia principale, ovvero la proposta di GS1 con il progetto SUNRISE 2027 che mira a rendere obbligatorio (per il mercato americano) l’uso dei barcode 2D su tutti i prodotti entro il 2027.

L’obiettivo è di aumentare la quantità e la qualità delle informazioni disponibili sui prodotti, facilitando la tracciabilità, la trasparenza e la personalizzazione dei servizi per i consumatori.

Detto ciò, il passaggio ai barcode 2D richiede una profonda trasformazione tecnologica e culturale da parte dei produttori, dei distributori e dei consumatori stessi, che devono adeguare le loro infrastrutture, i loro processi e le loro abitudini ai nuovi standard. Gli step per raggiungere questo cambiamento di standard sono molti, e saranno graduali, a partire da un periodo di transizione con la convivenza di barcode 1D e 2D nei prodotti per poi passare ai test di compatibilità per i retailer, misurando la loro capacità di adattamento alla nuova tecnologia.

Tanto per essere chiari, i lettori di codice a barre 1D, non leggono quelli 2D. Se invertiamo i fattori invece, il 2D è retrocompatibile.

Barcode 2D: all’alba di una nuova transizione tecnologica

Oltre al fattore meramente tecnologico, il tema interessante è che siamo all’alba di una nuova transizione tecnologica di massa.

Infatti, il progetto SUNRISE 2027 può essere paragonato ad altri cambiamenti di standard avvenuti nella storia dell’informatica e del mondo consumer, come ad esempio il passaggio dal floppy disk al CD-ROM, dal VHS al DVD, o dal GSM al 5G. Si tratta di evoluzioni che hanno portato a una maggiore capacità di memorizzazione, trasmissione e fruizione dei dati, ma che hanno anche comportato delle sfide tecniche, economiche e sociali per i vari attori coinvolti.

Il successo di questi cambiamenti dipende dalla capacità di anticipare le esigenze del mercato, di coinvolgere gli stakeholder e di gestire le (immancabili) resistenze al cambiamento.

ATONEWS
Le persone al centro
Inventario - Aton
Retail · Retail Management·Tech
Andrea Cobre
L’inventario: scenari e tecnologie per il Retail
29/02/2024
Approfondisci
L'IA per inserire gli ordini - Aton
Food & Consumer Goods · Sales·Tech
Andrea Cobre
Inserimento degli ordini? Ci pensa l’IA!
08/02/2024
Approfondisci
NRF 2024 - Aton
Retail · Retail Management·Sales·Tech
Alberto Canova
NRF 2024: Retail’s Big Show
26/01/2024
Approfondisci
The Mythical Man Month - Aton
Tech
Michele Mauro
The Mythical Man-Month: old but gold?
19/01/2024
Approfondisci
Design System DevFest - Aton
Tech
Razvan Dimulescu
Parliamo di Design System: DevFest Venezia 2023
14/12/2023
Approfondisci
IA - Aton
Tech
Cristiano Negri
Esplora l’IA con Aton: 7 casi d’uso che stanno ridefinendo l’innovazione!
12/12/2023
Approfondisci
CASE STUDY
Ecco alcune delle nostre esperienze
Leggi
caffè-vergnano-case-study-aton-img

Caffè Vergnano

Food & Consumer Goods
Oggi Caffè Vergnano è presente sul territorio in 19 regioni con oltre 4.500 clienti Ho.Re.Ca e nel mondo con più di 70 locali in 19 paesi.
Approfondisci
Leggi
unicomm-banner-img

Unicomm

Retail Vendite Omnichannel
Nel corso dei suoi quasi 70 anni di storia Unicomm è cresciuto fino ad essere presente oggi in 7 regioni e 32 province italiane. Con oltre 1500…
Approfondisci
Leggi
shv-energy-case-study-img

SHV Energy

Energy
In una sola web console l’azienda registra i dati, gestisce gli ordini, pianifica i rifornimenti, la manutenzione e si assicura che tutte queste operazioni vengano riportate in modo immediato e automatico nel gestionale.
Approfondisci
Leggi
gruppo-poli-banner-img

Gruppo Poli

Retail Vendite Omnichannel
Poli ha unito tradizione e innovazione nel proprio modo di fare impresa ponendo particolare attenzione ai collaboratori, ai clienti e al territorio. In Aton, ha trovato un partner con…
Approfondisci
Leggi
cattel-banner-img

Cattel

Food & Consumer Goods Vendite Omnichannel
Cattel S.p.a, azienda leader nel Nord d’Italia nella distribuzione di prodotti alimentari nel canale Ho.Re.Ca ha profondamente trasformato la raccolta ordini adottando la soluzione .onSales B2B di Aton.
Approfondisci
Leggi
Despar-Case-banner-img

Despar

Retail Vendite Omnichannel
Tutte le operazioni di negozio gestite in palmo di mano per gli oltre 600 punti vendita Despar, Eurospar e Interspar
Approfondisci